Home
Premiati
Premiati
Premiati
Premiati
Premiati
Premiati
Premiati
Premiati
Premiati
Premiati
Premiati
VincenzoLancia
ComunitàMontana
ValsesiaLanciaStory
Home
Info
Info

VIII Premio Lancia - 2010

Piemontese - è nato a Varallo Sesia - ha studiato canto a Milano con Aldo Azzari. Nel 1969 vince il concorso As.Li.Co. e, dopo averne seguito i corsi di formazione, debutta al Teatro Grande di Brescia in Rigoletto. Successivamente è invitato a far parte dei “Cadetti della Scala” cui resta legato per tre anni partecipando all’esecuzione de Il Convitato di Pietra di Gazzaniga alla Piccola Scala. Nel 1974, dopo aver vinto il Concorso di Genova e il “Toti dal Monte” di Treviso, partecipa alle produzioni di Rigoletto al Politeama Margherita di Genova e La Bohème al Comunale di Treviso.Nel 1975 inaugura il Festival dei Due Mondi di Spoleto con il Don Pasquale di Donizetti con la direzione di Thomas Schippers e la regia di Giancarlo Menotti. L’anno successivo è al Festival di Glyndebourne per una nuova produzione di Falstaff (regia di Pierre Ponnelle, direttore Sir John Pritchard). Al prestigioso festival inglese torna per sette stagioni consecutive: Il ritorno di Ulisse in patria, Così fan tutte, Il Barbiere di Siviglia, ecc.

Artista versatile ed eclettico, ha affrontato il repertorio barocco, francese (Werther, Manon, Les pêcheurs de perles, Lakmé, Dinorah), italiano (L’elisir d’amore, La Sonnambula, La Cenerentola, Il matrimonio segreto), l’operetta (Il pipistrello, La vedova allegra, Orfeo all’inferno) e contemporaneo. Nel 1992 gli è stato conferito il Premio Abbiati della critica musicale italiana per la sua interpretazione del Nano ne Il compleanno dell’Infanta di Zemlinsky, al Teatro Verdi di Trieste.In queste ultime stagioni si è specializzato nei ruoli tenorili di carattere: l’Incredibile in Andrea Chénier, Triquet in Eugenio Oneghin, il maestro di ballo in Arianna a Nasso, ecc.Oltre che in tutti i maggiori teatri italiani – di recente ha partecipato alla reinaugurazione del Teatro Petruzzelli di Bari – ha cantato a Londra, Edimburgo, Parigi, Nizza, Tolosa, Losanna, Berlino, Zagabria, Innsbruck, collaborando con maestri come Sir George Solti, Sir John Pritchard, Zubin Metha, Riccardo Muti, Alan Curtis, Daniel Oren.


  

Max René Cosotti